La Sintolaminazione

Nasce il polistirene Sintolaminato

Il polistirene è conosciuto nel mondo dell’edilizia per le sue eccellenti proprietà di isolamento termico e di costanza delle prestazioni nel tempo. Fino ad ora sul mercato erano disponibile il polistirene espanso estruso ed il polistirene espanso sinterizzato (comunemente chiamato polistirolo) in lastre tagliate da blocco o stampate. Da oggi la gamma del polistirene si arricchisce di una nuova forma: il polistirene espanso sinterizzato “SINTOLAMINATO”.

Questa innovativa tecnologia produttiva, combinazione delle prime due, permette in un unico processo di sinterizzare e “laminare” in continuo il polistirene, prendendo così le migliori caratteristiche di uno e dell’atro prodotto. Infatti, se dal processo di produzione dell’estruso ne prende la distribuzione omogenea della materia prima e la “laminazione” in continuo, garantendo così stabilità, planarità e resistenza meccanica, dalla sinterizzazione ne prende le migliori caratteristiche di isolamento termico (anche all’aumentare degli spessori) e di traspirabilità.

Ad oggi i prodotti realizzati con questa innovativa tecnologia sono: SINTORAY, SINTORAY COVER, SINTORAY ZETA ed ISORAY 31.

Realizzati  con materia  prima NEOPOR BASF  che ne garantisce una  conducibilità termica λD 0,030 in tutte le sue versioni, oggi rappresentano il top delle soluzioni d’isolamento termico nelle copertura dei tetti a falda e nel cappotto.

Nell’isolamento dei tetti a falda sono esaltate le caratteristiche di monoliticitá, l’ottima pedonabilitá e grip conferite dalla superficie ruvida (a buccia d’arancia) e le dimensioni (1200 x 600 mm con spessori da 80 a 220 mm).

Ma è senza dubbio nell’applicazione a cappotto che le lastre sintolaminate esaltano le proprie peculiarità. Infatti, oltre all’ottimo aggrappo dovuto alla lavorazione superficiale delle facce, le caratteristiche principali che questa tecnologia conferisce sono:

Stabilità dimensionale, planarità e assenza totale di movimenti dovuti a fenomeni di post-espansione anche in caso di esposizione diretta ai raggi solari. Infatti il suo innovativo processo di espansione e sinterizzazione, garantisce lastre sempre prive di gas espandenti residui e quindi perfettamente stabili

Grazie al sistema di rifilo e di taglio dopo il periodo di stagionatura previsto, viene assicurata una perfetta squadratura e precisione dimensionale ad ogni singola lastra

– Nella versione SINTORAY COVER, lo strato superficiale in EPS bianco permette di rasare il pannello anche durante la massima esposizione solare delle facciate non ombreggiate, senza incorrere nel rischio di bruciare il rasante a causa delle elevate temperature che normalmente un pannello in grafite esposto al sole può raggiungere.

– Non ultimo l’aspetto legato alla sostenibilità ambientale ed economicità. Infatti l’innovativo processo produttivo permette di ridurre notevolmente l’impiego delle risorse primarie necessarie alla produzione permettendo di aggiungere valore alla sua eco-sostenibilità e diminuire i costi di produzione rendendo così accessibile al mercato il top dell’isolamento termico oggi raggiungibile con il polistirene espanso.

GALLERY